Home Hinterland e provincia Belpasso, finanziata la costruzione di un centro culturale e turistico

Belpasso, finanziata la costruzione di un centro culturale e turistico


Marianna La Barbera

In programma anche la realizzazione di una pinacoteca che ospiterà mostre personali e collettive, di pittura e fotografia

A Belpasso sorgerà un centro culturale per il turismo attivo e ricreativo.
Il primo cittadino Daniele Motta ha infatti ricevuto il decreto di finanziamento per la costruzione del nuovo polo, che comprenderà due strutture museali e una pinacoteca.
La cerimonia di consegna si è tenuta a Biancavilla, nella sede del GAL Etna.
All’incontro erano presenti i sindaci del territorio che hanno partecipato al bando di “Sostegno per la creazione e la riqualificazione di piccole infrastrutture pubbliche”.

I sindaci nella sede del GAL Etna, presieduto da Vincenzo Maccarrone
I sindaci nella sede del GAL Etna, presieduto da Vincenzo Maccarrone

L’ EX CASA CAUDULLO CAMBIA VOLTO

A consegnare l’atto di concessione è stato il presidente del Gruppo di Azione Locale Vincenzo Maccarrone.
Insieme a Daniele Motta, il vice sindaco Tony Di Mauro, con delega alla Cultura, che ha avanzato la proposta del Centro.
Entrambi gli amministratori hanno manifestato grande soddisfazione per il finanziamento, richiesto dal quinto settore con la collaborazione dell’ottavo settore del Comune.
Il nuovo “Centro culturale per il turismo attivo e ricreativo” sorgerà a Belpasso nel complesso dell’Arena, ex Casa Caudullo.
I lavori prenderanno il via nel momento in cui la gara pubblica decreterà l’azienda di costruzioni che effettuerà i lavori.
Il nuovo polo conterrà diversi motivi d’attrazione culturale e turistica, sia per la popolazione locale che per i turisti.

LE CONSIDERAZIONI DELL’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE

“Non vediamo l’ora – ha dichiarato il sindaco Daniele Motta – di veder realizzato questo progetto che vuole essere un fiore all’occhiello della cultura belpassese, di ieri e oggi“.
“Una cultura – ha aggiunto – che è una continua fucina di talenti e fermenti artistici a più livelli”.
“Sono davvero felice – ha detto il vice sindaco Tony Di Mauro – perché con la realizzazione del progetto l’ambito culturale del Comune acquisisce ulteriore pregio e lustro“.
Un ulteriore tassello nel percorso di consegna di numerose opere alla cittadinanza ad oggi intrapreso: il cortile Russo Giusti, la Biblioteca “Roberto Sava” e il polo museale “Belpasso Musei”.
A quest’ultimo, che ha visto la luce con la passata amministrazione ed è stato ultimato con l’ attuale, si aggiungono il Museo a cielo aperto delle Sculture, la via Letteraria, la via dell’Arte e la riqualificazione di via del Fercolo.

DUE MUSEI PER INCREMENTARE L’ ATTRATTIVITÀ TURISTICA

Il nuovo Centro ospiterà il ​Museo del Teatro Siciliano e della Cinematografia Muta intitolato a Nino Martoglio, regista e sceneggiatore originario di Belpasso.
Tra le peculiarità del Museo, la possibilità, mediante un totem touch screen, di visionare le opere digitalizzate del geniale creatore della Compagnia Drammatica Siciliana.
Tra esse, il noto “D’Artagnan”, un settimanale satirico e umoristico scritto anche in lingua siciliana.
La pubblicazione, da lui ideata nel 1889, ebbe grande successo e popolarità tra Catania e il resto della Sicilia, conquistando gli apprezzamenti di letterati autorevoli quali Giosuè Carducci.
Il Museo dei Bozzetti di Scultura costituirà un’ulteriore attrazione per i visitatori dell’Arena.
Sarà possibile ammirare oltre cinquanta modelli con relative didascalie, realizzati in occasione delle otto edizioni dei Simposi, kermesse artistiche a cura del Comune di Belpasso.

MOSTRE E PROMOZIONE ARTISTICA

Oltre ai due spazi museali, un’area della struttura sarà adibita alla creazione di una pinacoteca per ospitare esposizioni personali o collettive, di pittura e fotografia.
Un luogo dedicato alla valorizzazione del talento degli artisti locali e non solo.

Potrebbero interessarti

Catania Live