Home Hinterland e provincia Bronte, in arrivo cinque milioni di euro per la rigenerazione urbana

Bronte, in arrivo cinque milioni di euro per la rigenerazione urbana


Marianna La Barbera

Il polo sportivo cambierà volto: previsti interventi anche nei campi di calcio e da tennis e la riqualificazione delle aree verdi

Buone nuove sul fronte della rigenerazione urbana per Bronte.
I progetti presentati dal Comune etneo sono stati inseriti nella graduatoria già pubblicata dal Ministero dell’Interno.
I primi finanziamenti del 2022, pari a cinque milioni di euro, saranno impiegati soprattutto a beneficio dell’area dello Stadio comunale e delle vie limitrofe.

IL PIANO DI RIGENERAZIONE

Di fatto già finanziati, i progetti, una volta concretizzatisi, forniranno una nuova prospettiva verde, sostenibile e smart.
Le attenzioni si concentrano sul polo sportivo del quale usufruiscono quotidianamente tanti brontesi.
L’obiettivo è migliorare la qualità generale della vita per i residenti, rendendo complessivamente Bronte più ospitale, bella, efficiente, attrattiva e competitiva anche a beneficio dei visitatori.
Come è noto, infatti, la cittadina – che sorge tra il Parchi dell’Etna e dei Nebrodi – è una delle mete più gettonate dei turisti che visitano Catania e la provincia.
Merito non soltanto della tradizionale produzione di pistacchio rinomato in tutto il mondo – Bronte è spesso definita “il paese dell’oro verde” – ma anche dei paesaggi mozzafiato e della migliore vista in assoluto dell’Etna.

I DETTAGLI

Tante sono le opere all’interno del progetto.
Si parte dal completamento del Polo sportivo, che comprende i campi di calcio e da tennis e il Palazzetto dello Sport.
Prevista anche la realizzazione del parcheggio per le auto, attualmente assente.
Il Parco urbano – dietro la scuola “Luigi Castiglione” sarà inoltre dotato di servizi igienici e di un arredo adeguato.
Prevista anche la sistemazione della palestra tenda e di un’area in pieno centro storico in via Santi.
E ancora, il completamento di via Dalmazia fino a via Francesco Cilea e la realizzazione di tutti i servizi, quali fognatura e pubblica illuminazione.
Tra i punti più qualificanti del progetto, figura la trasformazione in area funzionale attrezzata di uno spazio verde a monte del campetto da tennis, che attualmente versa in condizioni di degrado.
Completano l’elenco delle opere, il rifacimento dell’illuminazione e i lavori per restituire l’agibilità alla storica Tribuna “Scala” del campo di calcio, la riqualificazione delle aree a verde attorno i cinquantaquattro alloggi popolari del quartiere Sciarotta , della Villa comunale e dell’area di via Rosario Livatino.
Il centro sportivo di via Matteo Selvaggi, oggetto di azioni vandaliche, sarà sistemato.

LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO

“Una bella notizia”: così commenta l’arrivo delle risorse il primo cittadino di Bronte Pino Firrarello.
“Nonostante i criteri stringenti e le difficoltà a reperire un piano di progetti che potesse aderire perfettamente alle prerogative – spiega – il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero degli Interni ci ha comunicato che tutti i progetti di rigenerazione urbana presentati dal Comune saranno finanziati”.
Riqualificheremo –aggiunge l’amministratore – alcune aree della città che, avendo perso da tempo la funzione originaria, versano in stato di abbandono e di degrado”.
“Ringrazio la Giunta, l’Ufficio tecnico – prosegue – i consulenti e tutti coloro che hanno collaborato”.
“Continuiamo, un tassello dopo l’altro – conclude- a mettere in piedi la Bronte del futuro, pronti per le sfide del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

Potrebbero interessarti

Catania Live