Home Città e provincia San Gregorio, in scena “Dicotomie” per dire no alla violenza di genere

San Gregorio, in scena “Dicotomie” per dire no alla violenza di genere


Marianna La Barbera

L'iniziativa, voluta dall'assessorato comunale alle Pari opportunità, mira a sensibilizzare il mondo della scuola

Bonus gas per i cittadini a San Gregorio

Dicotomie” è il titolo dello spettacolo che si terrà a San Gregorio di Catania il 24 e il 25 novembre prossimi.
L’iniziativa, a cura dell’assessorato comunale alle Pari opportunità guidato da Giusi Lo Bianco, si inserisce nell’ambito degli eventi in programma in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Scritto e interpretato da Roberta Amato e Alice Sgroi, “Dicotomie” si rivolge alle studentesse e agli studenti.
Due gli Istituti sangregoresi coinvolti : “Michele Purrello” e “San Domenico Savio”.

UN MODELLO DI TEATRO CONTEMPORANEO ED EDUCATIVO

La violenza contro le donne è, di fatto, una violazione dei diritti umani.
Un tema cogente come quello del contrasto alla violenza di genere richiede un percorso di sensibilizzazione delle ragazze e dei ragazzi che parta dalla pubertà.
Ecco perché l’assessore Giusi Lo Bianco ha voluto coinvolgere il mondo della scuola attraverso due appuntamenti dedicati al fenomeno.

Un'ora di spettacolo arricchita da momenti performativi e musicali
Un’ora di spettacolo arricchita da momenti performativi e musicali

DUE INCONTRI TEATRALI

Il primo spettacolo si terrà mercoledì 24 novembre alle 11: 30.
Il Salone Teatro dell’Istituto “San Giovanni Bosco” di Catania ospiterà le studentesse e gli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “San Domenico Savio”.
Nella giornata successiva alle 11:00, si terrà il secondo appuntamento nell’Auditorium comunale “Carlo Alberto Dalla Chiesa” a San Gregorio.
Ad assistervi saranno le ragazze e i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Statale “Michele Purrello”.
Un`ora circa di spettacolo, impreziosito da inserti performativi e musicali, per invitare alla riflessione.
Non mancano le parentesi ironiche, caustiche e mordaci.
«Dall’idea alla messa in scena – ha spiegato Alice Sgroi – due donne dicotomiche in tutto”.
” Ma – precisa – in totale comunione di intenti nella necessità di voler raccontare, attraverso il bianco e il nero, quel caleidoscopio di colori che è l’universo femminile».

Potrebbero interessarti

Catania Live