Gratteri, colto da malore sul Pizzo Purraccia: pastore si accascia e muore

Un pastore di 65 anni è morto dopo essere stato colto da un malore mentre si trovava sul Pizzo Purraccia a Gratteri, in provincia di Palermo. Inutile l’intervento dei soccorsi.

Ambulanza
Ambulanza (Catanialive24.it)

Dramma nella mattinata a Gratteri, piccolo centro della provincia di Palermo, dove un pastore di 65 anni ha perso la vita mentre si trovava sul Pizzo Purraccia con una mandria di bovini. Il 65enne sarebbe stato colto da un malore improvviso che non gli ha lasciato alcuno scampo.

Altri pastori, vedendo l’uomo al suolo, hanno subito chiamato i soccorsi che si sono portati sul posto. I sanitari del 118, purtroppo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso del pastore. Inutile ogni tentativo di rianimazione. Le squadre hanno poi provveduto al recupero della salma, trasferita presso il cimitero di Cefalù.

Gratteri, colto da un malore sul Pizzo Purraccia: muore pastore di 65 anni

Soccorsi
Soccorsi (Catanialive24.it)

Un pastore di 65 anni è morto nella mattinata di oggi, domenica 2 novembre, mentre si trovava sulle pendici di Pizzo Purraccia nel territorio di Gratteri, piccolo centro di circa 900 abitanti della provincia di Palermo.

Il 65enne stava seguendo una mandria di bovini, quando come riporta la redazione di Palermo Today, improvvisamente ha accusato un malore ed è crollato al suolo. Una scena drammatica a cui hanno assistito altri pastori presenti sul luogo che hanno immediatamente chiamato il numero unico per le emergenze chiedendo l’intervento dei soccorsi.

Sul posto sono intervenute le squadre del Soccorso Alpino e gli operatori sanitari del 118 che non hanno trovato poche difficoltà nel raggiungere il luogo della tragedia, data la zona impervia. Una volta arrivati, i soccorritori non hanno potuto far altro che dichiarare la morte del 65enne. A nulla sono serviti i vari tentativi di rianimazione.

La salma trasferita al cimitero di Cefalù

Anche i carabinieri sono intervenuti sul luogo della tragedia per effettuare gli accertamenti e le indagini sul caso. I militari dell’Arma hanno raccolto le testimonianze degli altri pastori. Dopo la constatazione del decesso ed il via libera dell’autorità giudiziaria, le squadre hanno provveduto al recupero della salma, caricata su una barella e poi trasferita presso il cimitero di Cefalù.

Impostazioni privacy