Hai o conosci qualcuno con la 104? Come puoi risparmiare sulle bollette

Tra i bonus messi a disposizione per alleggerire il carico della vita e il caro bollette, c’è anche il bonus di cui possono usufruire gli aventi diritto della legge 104. 

bonus bollette legge 104
Per chi usufruisce della legge 104 c’è un ulteriore bonus bollette (CataniaLive24.it)

 

Negli ultimi due anni, i Governi che si sono alternati alla guida del Paese hanno cercato di combattere l’inflazione e i rincari su acquisti e bollette in vario modo; uno degli ultimi interventi è stato il trimestre antinflazione che ha riguardato l’acquisto di beni di prima necessità nei supermercati, ma indubbiamente gli aiuti più apprezzati hanno riguardato i bonus sulle bollette elettriche e del gas.

Le misure sono state già estese anche per i primi mesi del 2024, il cui funzionamento segue grosso modo le linee guida del bonus bollette del 2023 e di conseguenza anche gli aventi diritto restano gli stessi. A questi aiuti, si aggiunge un ulteriore bonus bollette riservato però ai soggetti portatori di disabilità e quindi che usufruiscono della Legge 104. Attenzione però, perché anche in questo caso ci sono delle limitazioni ed richiesta una specifica documentazione.

A chi è riservato il bonus bollette per legge 104 e come richiederlo

bonus bollette per legge 104
Come richiedere il bonus bollette per legge 104 (CataniaLive24.it)

 

Come sappiamo, la legge 104 riconosce, in casi di gravi disabilità, il diritto a ricevere una prestazione dallo Stato. Questo si concretizza con la ricezione di un assegno di invalidità, ma anche con una serie di agevolazioni fiscali e non che in questo momento storico toccano anche le bollette della luce.

Nel caso specifico, il bonus bollette per i soggetti che usufruiscono di legge 104 è riservato a quelle persone che vivono in gravi condizioni di salute e necessitano di apparecchiature salvavita o altri ausili elettromedicali. Il bonus elettrico per disagio fisico, così com’è conosciuto nel gergo, diventa quindi un ulteriore aiuto per quelle persone per cui il consumo di corrente collegata ad apparecchi salvavita non è un optional.

Lo sconto che si può ricevere è diviso in 3 diverse fasce: fascia minima con agevolazione che va dai 204 ai 600 euro se il consumo è inferiore ai 3kw; fascia media che va dai 336 ai 1.200 euro se si superano i 3kW; fascia massima che va dai 486 ai 1.200 euro e viene stabilito in base al consumo in kW.

Per usufruire di questo bonus è indispensabile presentare un’apposita domanda presso il Comune di residenza o ai CAF abilitati. Nella domanda dovrà poi essere allegato anche il codice POD per la luce e l’indicazione della potenza del contatore di riferimento.

Altra documentazione indispensabile

Oltre alla domanda sopra indicata è importante presentare in allegato ulteriore documentazione, tra cui: il documento d’identità e il codice fiscale del richiedente, ma soprattutto la certificazione ASL che attesta le suddette condizioni di salute del disabile. Questa specifica attestazione deve accertare la condizione di grave disabilità, la necessità di utilizzare apparecchiature elettomedicali indispensabili così come il tipo di apparecchiatura che è utilizzata, e l’indirizzo presso cui questa è installata ed in funzione.

Impostazioni privacy