Home Dal resto della Sicilia Incendio Stromboli: intervento aereo coordinato dal Corpo Forestale

Incendio Stromboli: intervento aereo coordinato dal Corpo Forestale


Redazione

L'incendio è scaturito sul set della fiction sulla protezione civile

incendio

 «Il comando del Corpo forestale della Regione Siciliana a Messina sta coordinando l’intervento aereo per lo spegnimento dell’incendio scaturito sul set della fiction sulla protezione civile, a Stromboli. Al momento, nelle operazioni di spegnimento sono impegnati due canadair. La richiesta di intervento aereo, immediatamente avanzata dal Comando appena la sala operativa ha ricevuto l’allarme».

Lo rende noto l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Toto Cordaro.
 Il rogo si è sviluppato in località San Vincenzo, al di fuori del centro abitato, in una zona di vegetazione spontanea. Il vento ha favorito il propagarsi delle fiamme. 
 

Alcune persone sono state evacuate dalla spiaggia per precauzione. Sul posto sono in azione uomini del Corpo forestale, i carabinieri della stazione locale, la guardia costiera di Lipari e i vigili del fuoco già presenti sul set, probabilmente per l’accensione, il controllo e lo spegnimento di un incendio simulato, funzionale alle riprese. Il Comando locale dei forestali ha reso noto che non era pervenuta nessuna comunicazione di accensione fuochi. Sia i militari dell’Arma sia i forestali della Regione stanno indagando per accertare eventuali responsabilità.

Leggi anche:

Vittoria storica per Ugl Agroalimentare Catania: totalizzati due seggi su tre

Risultato storico per la federazione Ugl Agroalimentare di Catania. Che, alle recenti elezioni per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria in Sibeg, ha totalizzato ben due seggi su tre.

A darne comunicazione è un soddisfatto Nino Neri, reggente del sindacato Alimentazione. Che si è particolarmente speso in questi anni per consolidare e fare crescere il gruppo Ugl all’interno dello stabilimento che produce, imbottiglia e commercializza bevande a marchio Coca cola.

In una tornata elettorale particolarmente sentita, a cui ha partecipato quasi il 90% del personale, il sindacato ha ottenuto un seggio su due disponibili tra i lavoratori del settore “Impiegati” con Michele Buono e un eletto, Alfio Cosentino, su quattro seggi in “Produzione”. Mentre tra i “Sales” si è scelto volutamente di non concorrere con una propria candidatura.

Le parole di Nino Neri

“Nei due reparti aziendali dove ci siamo misurati con il consenso siamo risultati i secondi dietro a sigle sindacali certamente più radicate da tempo in azienda rispetto a noi – afferma Neri. Non siamo cresciuti solo a livello di iscritti, ma anche in termini di interesse nei nostri confronti da parte dei dipendenti non sindacalizzati. Molte le battaglie che in questi anni abbiamo condotto, soprattutto nel difficile periodo dell’emergenza sanitaria che abbiamo vissuto, quando c’è stato da mettere in sicurezza i lavoratori salvaguardando in ogni modo la continuità della produzione. In questo senso importante è stata la sinergia che abbiamo instaurato con i vertici aziendali e con la dirigenza. Nel pieno rispetto dei ruoli e delle prerogative. Ma rilevante è stato anche lo spirito di gruppo che si è creato tra i nostri iscritti e simpatizzanti. Che ci ha permesso di raggiungere questi risultati”.

“Complimentandomi con gli eletti, ringrazio di cuore – conclude Neri – i candidati e coloro che nei vari settori di Sibeg ci hanno supportato e continueranno a sostenerci nel nostro impegno volto al benessere del lavoratore ed all’affermazione del lavoro nel settore Agroalimentare del nostro territorio”.

Congratulazioni, al reggente Neri e agli Rsu Buono (riconfermato nella carica) e Cosentino, sono arrivate al termine dello spoglio anche dal segretario territoriale Giovanni Musumeci. E dal segretario nazionale della federazione Ugl Agroalimentare Paolo Mattei.

Potrebbero interessarti

Catania Live