Naro, due donne trovate morte nelle loro case: ipotesi duplice omicidio

La scorsa notte a Naro, in provincia di Agrigento, due donne sono state trovate senza vita nelle loro abitazioni: si ipotizza che le morti possano essere collegate.

Carabinieri
Carabinieri (Catanialive24.it)

Due donne sono state trovate senza vita la scorsa notte a Naro, in provincia di Agrigento, all’interno delle loro abitazioni. Il primo tragico ritrovamento in un appartamento di vicolo Avenia, in cui era scoppiato un incendio: i vigili del fuoco, spente le fiamme, hanno rinvenuto il cadavere carbonizzato di una donna.

Poco più tardi, in un’abitazione a circa 150 metri di distanza, è stato rinvenuto il corpo senza vita della seconda, riverso in un lago di sangue. I carabinieri, che si stanno occupando delle indagini, avrebbero fermato un uomo e ipotizzano che i due episodi possano essere collegati. Potrebbe trattarsi di un duplice omicidio.

Naro, due donne trovate morte nelle loro abitazioni: indagano i carabinieri

Carabinieri
Carabinieri (Catanialive24.it)

Ieri notte, tra giovedì 4 e venerdì 5 gennaio, due donne sono state trovate morte nelle loro abitazioni, due appartamenti poco distanti a Naro, centro della provincia di Agrigento. Si tratta di due donne di nazionalità romena che vivevano ormai da tempo nel comune dell’agrigentino. Non sono state rese note le generalità.

La prima drammatica scoperta intorno alle 2, quando, secondo le prime informazioni apprese da alcune testate locali tra cui Il Giornale di Sicilia, i vigili del fuoco sono arrivati in vicolo Avenia per un rogo divampato in un’abitazione. I pompieri, domato l’incendio, hanno rinvenuto il corpo carbonizzato di una donna.

In una casa di via Vinci, poco dopo, un’altra donna è stata rinvenuta senza vita, riversa in una pozza di sangue, dai vigili del fuoco e dai carabinieri intervenuti sul posto. Dai primi accertamenti, pare che il cadavere presentasse evidenti segni di violenza.

Ipotesi duplice omicidio

Immediatamente sono scattate le indagini condotte dai militari dell’Arma e coordinate dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Non è esclusa l’ipotesi del duplice omicidio: gli inquirenti ipotizzano che i due episodi, avvenuti in due appartamenti distanti circa 150 metri l’uno dall’altro, possano essere collegati. Un uomo, anch’egli di nazionalità romena, sarebbe stato già fermato e accompagnato in caserma, circostanza ancora da confermare.

A fare maggiore chiarezza su quanto accaduto la scorsa notte saranno, dunque, i prossimi accertamenti e le indagini degli investigatori.

Impostazioni privacy