Home Economia e Lavoro Trasporti pubblici: confermata la gratuità anche per il 2022

Trasporti pubblici: confermata la gratuità anche per il 2022


Redazione

Marco Falcone: «Un impegno che il governo Musumeci e l’Ars continuano a mantenere»

autostrada

«Con la pubblicazione dell’esercizio provvisorio, verrà confermata anche per il 2022 la gratuità dei trasporti pubblici su gomma in Sicilia. Per forze dell’ordine, militari e vigili del fuoco».

Lo rende noto l’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone. «Un impegno che il governo Musumeci e l’Ars continuano a mantenere – prosegue l’assessore – dopo più di un quindicennio trascorso senza alcuna agevolazione nei confronti di queste categorie. Dal 2020 a oggi, invece, abbiamo ripristinato tale esenzione. Come segno di gratitudine della Regione Siciliana verso i lavoratori in divisa. Che, a loro volta, hanno manifestato di apprezzare molto la misura. Lavoreremo poi affinché analoga iniziativa, come già negli anni scorsi – conclude Falcone – venga adottata anche per il trasporto ferroviario».

Leggi anche:

IN ARRIVO 63 MILIONI DI EURO PER LE STRADE SICILIANE

Al via un nuovo investimento da 63 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle strade siciliane.

Sta per essere pubblicato, dunque, sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, il bando per aggiudicare l’accordo quadro per il recupero delle strade di competenza delle ex Province.

A renderlo noto l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

Il precedente accordo, giunto a scadenza, ammontava a 45 milioni.

Il governo Musumeci lo aveva messo appunto, per ovviare all’emergenza viabilità interna dell’Isola.

Avocando a sé, quindi, le competenze di Liberi Consorzi e Città metropolitane.


Falcone: “Un’impresa per ciascuna delle nove province”

«Attraverso il nuovo accordo quadro – spiega Falcone – selezioneremo sul mercato un’impresa per ciascuna delle nove province siciliane“.

Tale soggetto eseguirà, su indicazione di Regione ed ex Province, ulteriori interventi di manutenzione e recupero attesi da anni“.

“Il valore complssivo sarà di sette milioni per ogni ambito territoriale. Peraltro, rispetto al precedente accordo quadro abbiamo esteso l’ambito dei lavori eseguibili prevedendo, quindi, anche il rifacimento di barriere e le opere di consolidamento e messa in sicurezza dei dissesti“. 

Il termine per la presentazione delle offerte

Il termine per la presentazione delle offerte è infine fissato per il 24 febbraio.

Malgrado la Regione non abbiainfinediretta competenza sulla viabilità provinciale – aggiunge Falcone – il Governo Musumeci ha avviato in questi anni centinaia di cantieri di ripristino delle strade provinciali, per un valore complessivo di oltre 300 milioni di euro. L’accordo quadro si inseriscequindi, in tale impegno senza precedenti, da noi assunto per rimediare alle conseguenze disastrose della riforma flop delle ex Province, restituendo dignità alle strade dell’Isola“.

Potrebbero interessarti

Catania Live